Mo’ Better Band

La Mo’ Better Band nasce da un’idea di Fabrizio Leonetti, fondatore e sassofonista del gruppo: fondere la versatilità e l’organico tipici della classica banda italiana, con l’energia di un repertorio principalmente funky con ammiccamenti al jazz. L’obiettivo della band è di portare questo tipo di musica per le strade, in mezzo alla gente, per farla ascoltare anche a chi non è un appassionato di jazz, per sfatare il (falso) mito che questa musica sia noiosa! Anzi! Ascoltare (e vedere) la Mo’ Better Band è un’ esperienza che lascia la voglia di portare il tempo con i piedi e un largo sorriso stampato in faccia per un buon quarto d’ora dalla fine dell’ultimo brano. Il curioso nome della band proviene da Mo’ Better Blues, lo splendido brano eseguito magistralmente, nell’omonimo film di Spike Lee del 1990, dal Brandford Marsalis Quartet. Il gruppo nasce in una sera di luglio del 2003, quando 16 musicisti (13 fiati e 3 percussioni) si ritrovano quasi per caso a suonare proprio quel “Mo’ Better Blues” in una Teramo affollatissima, ottenendo un imprevedibile quanto inaspettato successo di pubblico; ed è stata in quella sera che si è concretizzata l’idea di fare di quella formazione quasi casuale una streetband stabile: era nata la Mo’ Better Band! E grazie all’entusiasmo, all’energia e, soprattutto, all’eccezionale bravura dei suoi 16 componenti, la Mo’ Better Band è diventata in breve tempo una nuova realtà del panorama musicale italiano, che al tempo stesso non è né una banda di paese, né una classica street band dixieland, né una brass band funky: la Mo’ Better Band è tutto questo e molto di più!